I Clienti

Bollette e Tariffe

6.9.1 Il prezzo del gas
Come stabilito dalle Delibere emanate dall’Autorità per l’energia elettrica il gas ed il sistema idrico (AEEGSI), il prezzo del gas applicato ai clienti finali in regime di tutela è articolato in una tariffa di distribuzione e misura (Delibera ARG/gas 159/08 e s.m.i) e una tariffa di vendita (Delibera ARG/gas 64/09 e s.m.i). La tariffa di distribuzione e misura è composta da una quota fissa e da una quota variabile. Queste componenti sono definite sulla base dell’ambito tariffario, coincidente con una specifica area geografica, dove trovano applicazione le medesime tariffe di distribuzione e misura. Sul territorio nazionale sono identificati sei ambiti tariffari. La quota variabile è suddivisa in otto scaglioni, misurati in metri cubi standard, che si raggiungono sommando il consumo rilevato nell’arco di un anno termico (a partire dal 2009 coincide con l'anno solare). La tariffa di vendita è composta da una parte fissa e da una parte variabile, proporzionata al consumo ma non suddivisa in scaglioni. La quota fissa, definita sulla base di un valore annuale, viene addebitata in fattura con un importo giornaliero, secondo i giorni di consumo del periodo. La quota di vendita comprende il costo per l’acquisto del gas all’ingrosso, per il trasporto, per lo stoccaggio e per tutte le altre attività legate al servizio di vendita. Per i clienti serviti in regime di Tutela, l’Autorità definisce e aggiorna ogni 3 mesi le condizioni economiche riferimento; nel mercato libero invece Linea Più ha facoltà di stabilire nel contratto di fornitura le tariffe di vendita proposte. Il prezzo finale per il consumatore comprende inoltre:

  • l’imposta di consumo, differenziata per area geografica e per tipologia di uso;
  • l’addizionale regionale, variabile da una regione all’altra e sempre inferiore alla metà dell’imposta di consumo;
  • l’I.V.A. applicata all’importo complessivo (comprensivo di imposta regionale e di consumo) e differenziata (10% o dal 1/10/2013 pari al 22%) a seconda della fascia di consumo, calcolata nell'anno solare (dal 1 gennaio al 31 dicembre).

6.9.2 Il prezzo dell’Energia Elettrica
Come stabilito dalle Delibere emanate dall’Autorità per l’energia elettrica il gas ed il sistema idrico (AEEGSI), il prezzo dell’energia elettrica applicato ai clienti finali in regime di Maggior Tutela è articolato in una tariffa di trasmissione, distribuzione e misura (Delibera ARG/elt 119/11 e s.m.i), una tariffa a copertura degli oneri generali di sistema e una tariffa di vendita (Delibera R/eel 301/2012 e s.m.i). La tariffa di trasmissione, distribuzione e misura comprende tutti gli importi a copertura delle attività che consentono di consegnare l’energia elettrica ai clienti finali ed è composta da una quota fissa e una quota variabile in base alla potenza e al consumo. La tariffa a copertura degli oneri generali di sistema comprende invece tutti i corrispettivi a remunerazione delle attività di interesse generale per il sistema elettrico. Tali due tariffe sono fatturate congiuntamente all’interno dei servizi di rete. La tariffa di vendita, articolata in una quota fissa e una quota variabile, è composta da tutti gli importi fatturati relativamente alle attività svolte dal venditore per fornire l’energia elettrica al cliente finale. Per i clienti serviti in Maggior Tutela, l’Autorità definisce e aggiorna ogni 3 mesi le condizioni economiche riferimento; nel mercato libero invece Linea Più ha facoltà di stabilire nel contratto di fornitura le tariffe di vendita proposte. Il prezzo finale per il consumatore comprende inoltre l’imposta di consumo (accisa) e l’imposta sul valore aggiunto (IVA) differenziate per tipologia di uso dell’energia elettrica.

6.9.3 Il Bonus sociale
Il bonus sociale è uno strumento di agevolazione sulle tariffe energetiche introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico con la collaborazione dei Comuni, per assicurare un risparmio sulle bollette del gas e/o dell’energia elettrica alle famiglie in condizione di disagio economico, alle famiglie numerose e, solo per l’energia elettrica, alle famiglie in condizioni di disagio fisico. Linea Più applica ai clienti che ne fanno richiesta, tramite le modalità disciplinate, tali agevolazioni tariffarie.

Pavia - Linea Più, Call Center